Truffa a mezzo Facebook: opera sempre l’aggravante della “minorata difesa”?

Tribunale di Pescara – Sentenza n. 909 dell’11.04.2022 Il fatto che l’agente decida di trattare online per nascondere la propria identità, ovvero, come spesso accade, senza servirsi di tale espediente, per sfruttare l’impossibilità del soggetto acquirente di accertare l’effettiva disponibilità della res oggetto di contratto di presunta vendita a mezzo Facebook, integra la sola condotta […]

Read more...

Diffamazione a mezzo Facebook: qual è il giudice territorialmente competente per la domanda di risarcimento danni?

Tribunale di Milano – Sezione Prima – Sentenza n. 3876 del 05.05.2022 Nell’ipotesi di causa avente ad oggetto il diritto al risarcimento del danno per allegata lesione alla reputazione viene in rilievo, ai fini della individuazione della competenza territoriale, il luogo ove il danno si è verificato ex art. 20 c.p.c. e dunque il luogo […]

Read more...

Atto di precetto: la mancata indicazione del giudice presso il quale procedere in via esecutiva lo rende nullo?

Tribunale di Cassino – Sentenza n. 529 del 21.04.2022 La mancata indicazione dell’ufficio giudiziario competente per la promovenda esecuzione nell’atto di precetto di per sé non crea incertezze sull’individuazione dello stesso e, pertanto, non può mai determinarne la nullità. Il Tribunale di Cassino, con una stringata ma convincente motivazione contenuta in questa recente sentenza, afferma […]

Read more...

Separazione e divorzio: sono validi gli sms o i messaggi Facebook per attestare la mancata consumazione del matrimonio?

Tribunale di Savona – Sentenza n. 306 dell’08.04.2022 La prova della mancata consumazione del matrimonio, valida per attestarne la nullità ai sensi dell’art. 3 secondo comma lettera f) della Legge n. 898 dell’01 dicembre 1970, come modificata dalla Legge n. 74 del 06 marzo 1987, ben può essere tratta anche dal contenuto dei messaggi che […]

Read more...

Opposizione a precetto: occorre procedere preliminarmente alla negoziazione assistita?

Tribunale di Cagliari – Sezione Seconda – Sentenza n. 1032 del 19.04.2022 Nel caso di controversia soggetta al procedimento prodromico della negoziazione assistita, soltanto i soggetti che dispongano dei diritti sottesi al rapporto sostanziale in contesa sono titolati a ricevere personalmente l’invito a porre in essere la stessa negoziazione di modo che, solo in un […]

Read more...

Responsabilità civile: quando il proprietario risponde del danno a terzi da cose in custodia?

Tribunale di Milano – Sezione Decima – Sentenza n. 2166 dell’11.03.2022 La responsabilità in tema di danni da cose in custodia è di natura oggettiva e si fonda non su un comportamento od un’attività del custode, bensì su una relazione intercorrente tra questi e la cosa dannosa. Con questa recentissima pronuncia il Tribunale di Milano […]

Read more...

Maestri e precettori: in caso di danno per litigio tra studenti quando incorrono nella responsabilità ex art. 2048 c.c.?

Tribunale di Urbino – Sentenza n. 83 del 02.03.2022 In tema di responsabilità civile dei maestri e dei precettori, non è sufficiente, per superare la presunzione di responsabilità a loro carico ex art. 2048 c.c., la dimostrazione di aver esercitato la vigilanza sugli alunni nella misura dovuta ed il carattere imprevedibile e repentino dell’azione dannosa ove […]

Read more...

Agente immobiliare: la penale imposta al committente in caso di ingiustificato rifiuto ad una proposta di acquisto ha natura vessatoria?

Tribunale di Milano – Sezione Quinta – Sentenza n. 2169 dell’11.03.2022 La penale eventualmente prevista in un contratto di intermediazione immobiliare a carico del committente per l’ingiustificato rifiuto di una proposta di acquisto conforme all’incarico conferito all’agente immobiliare e la conseguente mancata stipulazione della vendita a terzi non assume natura vessatoria né ai sensi dell’art. […]

Read more...

Sfratto per morosità: chi è legittimato passivo in caso di divorzio dei coniugi affittuari?

Tribunale di Nola – Prima Sezione – Sentenza n. 196 del 27.01.2022 In caso di procedimento per convalida di sfratto, l’eccezione di difetto di legittimazione passiva del coniuge divorziato non assegnatario dell’immobile oggetto di causa va disattesa qualora la sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio sia stata emessa e pubblicata in data successiva […]

Read more...

Parti comuni dell’edificio: in caso di presenza di due soli appartamenti si applicano le regole del condominio o si deve parlare di comunione?

Tribunale di Velletri – Sezione Seconda – Sentenza n. 251 del 04.02.2022 Nel caso di fabbricato nel quale esistono più piani o porzioni di piano, che appartengono in proprietà esclusiva o anche in comproprietà a persone diverse ed ai quali dalla relazione di accessorietà sia legato un certo numero di cose, impianti e servizi comuni […]

Read more...